Tolto l’obbligo di presentare test PCR per entrare in Colombia

Con l’obiettivo di riattivare l’economia e ridurre l’impatto della pandemia in Colombia, il Ministro della Salute Fernando Ruíz ha annunciato che non sarà più necessario presentare un test PCR negativo per poter entrare in Colombia.

Cambiano le regole per i viaggiatori che entrano in Colombia; secondo il decreto 777 del 2021, emanato il 2 giugno dal Ministero della Salute, sono due gli obblighi che verranno eliminati sia per i colombiani che rientrano nel Paese, che per i viaggiatori stranieri che faranno ingresso sul territorio colombiano.

test pcr entrare in ColombiaPin

La prima modifica riguarda il tampone per entrare nel Paese dall’estero; non sarà più necessario presentare un test PCR negativo Covid-19 negli aeroporti colombiani.

La seconda modifica invece riguarda i voli nazionali; non sarà più necessario scaricare e compilare le informazioni richieste all’interno dell’app CoronApp, questo perché in alcuni casi si creavano lunghe code all’ingresso degli aeroporti.

Entrambe le misure sono già in vigore a partire dal 1° giugno 2021 e l’unico requisito obbligatorio per entrare in Colombia durante i prossimi mesi è il seguente:

Tutti i passeggeri devono obbligatoriamente compilare il modulo online di Migración Colombia conosciuto come Check-Mig e disponibile su questa pagina. Il formulario può essere compilato a partire da 48 ore prima dell’ingresso in Colombia e fino ad 1 ora prima della partenza.

Questa applicazione viene usata per registrare le informazioni dei viaggiatori in ingresso e con l’obiettivo di velocizzare le operazioni ai controlli alla frontiera, riducendo i tempi di attesa.

I dati richiesti, oltre a nome, cognome e numero di documento, sono il numero del volo, il nome della compagnia aerea con cui si viaggia, il motivo del viaggio, il luogo di alloggio o residenza e le informazioni riguardanti la salute di ogni passeggero.

Una volta completato il processo di registrazione è possibile scaricare e stampare il formulario, oppure salvarlo sul proprio smartphone e mostrarlo all’arrivo in Colombia.

Gianluca Orlandi

Nomade digitale e travel writer, sono arrivato in Colombia quasi per caso a settembre 2015, e da allora non me ne sono più andato. Ho chiamato casa prima la fredda capitale Bogotá e poi Medellín, la città dell'eterna primavera. Su questo sito condivido le notizie più importanti sull'attualità colombiana, lo sport, il turismo e la gastronomia.